Villa Lagarina e dintorni

Cosa fare e visitare, dove mangiare o dormire a Villa Lagarina e dintorni

Villa Lagarina

Centro naturale della destra dell’Adige, il paese è caratterizzato dalla presenza di diverse residenze storiche. Le nobili famiglie ne hanno determinato l’impronta di centro residenziale barocco d’elite, rendendo il suo centro storico attuale uno dei più caratteristici del Trentino. Oltre al Palazzo Guerrieri Gonzaga del XVII secolo, sede del nostro Parco, la Chiesa arcipretale S. Maria Assunta (in foto) è uno dei più notevoli monumenti barocchi del Trentino, ricordata già alla fine del XII secolo. Il Palazzo Libera, costruito nel XVII secolo dalla famiglia Gasperini, ospita il Museo Diocesano dove trovano dimora dipinti, incisioni e parati dal ‘500 al ‘700 e nel giardino la scultura La Madre di Aldalberto Libera, nativo di Villa Lagarina. Il Palazzo Camelli del XVI è sede della Biblioteca Comunale. Il Palazzo Madernini e il Palazzo Marzani fanno da cornice alla pittoresca Piazza Riolfatti.

Rovereto

Rovereto è un importante centro industriale, turistico e culturale del Trentino sin dal Settecento, quando si era aggiudicata il titolo di «Atene del Trentino». Viene spesso chiamata Città della quercia (la quercia, detta anche rovere, è il simbolo della città, presente anche nello stemma cittadino) o Città della pace, riferendosi alla presenza della Campana dei Caduti, opera a memoria dei caduti di tutte le guerre.

MART

Aperto nel 2002 è il più grande museo di arte contemporanea costruito in Italia in tutto il Novecento. La struttura, progettata dall’architetto ticinese Mario Botta, è di per sé stessa di grande richiamo con la facciata costituita dai due settecenteschi palazzi Alberti e Dell’Annona e la grande cupola che si apre una volta entrati a formare una vera e propria piazza. La struttura ospita anche la biblioteca civica e l’auditorium Fausto Melotti.

Museo Civico

Nel centrale Palazzo Parolari. È tra i più antichi musei italiani: fu fondato infatti nel 1851, 10 anni prima dell’Unità d’Italia. Nel 2008 ha inaugurato il nuovo allestimento con le sale di zoologia (Uccelli e Mammiferi), numismatica e archeologia (Preistoria, Romanità e Magna Grecia), in particolare con la preziosa collezione donata dall’archeologo Paolo Orsi. Sezione staccata importante del Museo è l’Osservatorio astronomico situato sul Monte Zugna.

Casa futurista Depero

Riaperta il 17 gennaio 2009 in occasione del centenario del movimento futurista, accoglie le opere più rappresentative dell’artista come dipinti, sculture e non solo. Quasi tutto l’arredamento è rimasto quello originale, come ad esempio, le panche in legno. L’edificio è stato ristrutturato e i lavori hanno permesso di mettere in sicurezza la Galleria Museo Fortunato Depero, aperta al pubblico nel 1959 e allestita dallo stesso Depero un anno prima della sua scomparsa (1960).

Contatti

• Tel: +39 0464 351176
• Email: info@parcogg.it
• Via Garibaldi, Villa Lagarina, TN

Sulla riva destra dell’Adige, in prossimità di Rovereto…